afflamencamento


s.m.

Atto o risultato dell'afflamencare.




La neonata formazione, nata dall'incontro fra due chitarre flamenche e un violino Barocco, propone un repertorio che si potrebbe definire un 'Flamenco da Camera', che prende spunto dalla tradizione andalusa e che si 'spinge' fino all'afflamencamento di classici come Schubert lasciando ampio spazio alle composizioni dei singoli interpreti.
Sito: News spettacolo [2009, consultato 23 giugno 2016]


Il concetto di fusion viene introdotto nel flamenco della fine degli anni settanta e viene dal fusion jazz, e come in questo il flamenco fusión è un tentativo di avvicinare il linguaggio del flamenco ad altri generi musicali contemporanei. Sono quei generi che oggi subiscono questo processo di afflamencamento e soprattutto sono di derivazione anglosassone, afroamericana e araba: anche il pop, il rock, il jazz, il blues e la salsa subiscono questo fenomeno.
Sito: Free Lance International Press [1 luglio 2013]


È difficile determinare il momento preciso del suo “afflamencamento” ma siamo nel secolo XIX nel barrio di Santiago di Jerez de la Frontera, nucleo gitano e cantaor per eccellenza, dove payos e calés si riunivano nei patios dai primi giorni di Dicembre, cantando al compás di Bulerías e Tangos, cantes propri dei gitani de Jerez.
Blog: De Palo en Palo [consultato 23 giugno 2016]